Open Service

preload

Proroga Lotteria degli scontrini

Aggiornato al 28 maggio 2020

Lo start della lotteria degli scontrini, inizialmente previsto per il 1 luglio 2020, è stato ufficialmente posticipato al 1 gennaio 2021 dal decreto Rilancio (decreto legge n.34/2020) a causa dell’emergenza da Coronavirus.

L’attuale situazione, come ben sappiamo, ha gravato fortemente sugli esercenti e non tutti loro in questi mesi hanno avuto la possibilità di adattare il proprio registratore di cassa alle nuove disposizioni o, direttamente, di acquistarne uno telematico.

A questo link trovi il vademecum dell’Agenzia delle Entrate aggiornato a maggio 2020 (la precedente versione era infatti relativa al mese di marzo).
I meccanismi di partecipazione alla lotteria, per cittadini ed esercenti, rimangono invariati.

Il calendario delle estrazioni sarà invece pubblicato direttamente sul Portale ufficiale della Lotteria. Le estrazioni mensili rimangono schedulate per il secondo giovedì di ogni  mese; ma come si legge nel nuovo vademecum “sempre di giovedì sono previste le estrazioni settimanali, la cui decorrenza è da stabilire”.

Anche se ancora nel pieno della gestione di una pandemia, salvo nuove disposizioni del Ministero, dal 1 luglio 2020 sarà operativa la lotteria degli scontrini, attività istituita dall’Agenzia delle Entrate e la cui prima estrazione verrà fatta già il 7 agosto di quest’anno.

In questo articolo abbiamo quindi voluto riassumere per te i punti principali che toccano il mondo del retail. In particolare, dopo una veloce panoramica sui requisiti e i premi relativi al consumatore finale, spiegheremo quali sono i benefici per i retailers e i bonus ad oggi esistenti, volti ad incentivarne la partecipazione.

Perché la lotteria

 

Il motivo principale che ha portato alla realizzazione di tale iniziativa è la necessità di mettere in atto delle misure volte a contrastare l’evasione fiscale. Infatti, gli incentivi previsti da regolamento non sono indirizzati soltanto al consumatore finale ma anche al retailer – a patto che quest’ultimo sia munito degli strumenti necessari per procedere con la fatturazione elettronica; che abbia cioè un registratore di cassa telematico.

L’Italia non è però l’unico Paese in cui il problema dell’evasione è molto sentito, né l’unico che ha scelto la lotteria come strumento per contrastarlo.

Ad esempio, come riportato anche dal quotidiano economico finanziario Investireoggi, soprattutto il Portogallo attraverso la cosiddetta fatura da sorte è riuscito già da molti anni a fronteggiare e a diminuire in modo sostanziale comportamenti illeciti di questo tipo.

La stessa cosa sta accadendo, con buoni risultati, anche a Malta, in Romania e in Slovacchia.

Come funziona e in cosa consiste

 

Vediamo ora, in breve, come funziona la lotteria degli scontrini.

Innanzitutto, chi vi può prendere parte e soprattutto quali sono gli acquisti coinvolti?

Partiamo dai requisiti che il consumatore finale deve avere per poter partecipare alle estrazioni.

Come prima cosa, sarà necessario che egli inserisca il proprio codice fiscale all’interno della sezione “Partecipa ora” che verrà attivata nel portale dell’Agenzia delle Entrate www.lotteriadegliscontrini.gov.it – al fine di ottenere un codice alfanumerico, generato in modo assolutamente casuale.

Inoltre, il consumatore deve:

  • 1) Essere maggiorenne
  • 2) Essere residente in Italia alla data di acquisto del bene o servizio in oggetto
  • 3) Aver speso almeno 1.00 €
  • 4) Aver fatto un acquisto di beni o servizi che non sono oggetto di detrazione o deduzione fiscale
  • 5) Non aver eseguito un reso o aver fatto annullare il proprio scontrino

Il codice da lui generato, nel portale sopra citato, dovrà poi essere conservato per mostrarlo all’esercente al momento dell’acquisto. Potrà quindi essere stampato ed esibito nel formato cartaceo o anche semplicemente salvato sul proprio tablet o cellulare così da averlo sempre con sé.

In questo modo, il codice potrà essere registrato con apposito lettore ottico ed inserito all’interno dello scontrino – il cui formato, in questo modo, sarà molto simile a quello che vediamo ora nelle farmacie. In ogni caso, ai fini dell’eventuale riscossione dei premi non sarà necessario conservare lo scontrino.

I premi in palio per il consumatore, qualora l’acquisto sia stato effettuato in contanti, sono:

  • 1) 1 premio di 1 milione di euro per l’estrazione annuale
  • 2) 3 premi da 30.000 euro per ognuna delle 3 estrazioni mensili
  • 3) 7 premi da 5.000 euro per ognuna delle estrazioni settimanali (queste ultime partiranno con il 2021)

Nel caso in cui invece il pagamento sia “cashless” (per esempio quindi con carta di credito o bancomat), sono previste somme maggiori, ossia:

  • 1) 1 premio da 5 milioni di euro per l’estrazione annuale
  • 2) 10 premi da 100.000 euro per ognuna delle 10 estrazioni mensili
  • 3) 15 premi da 25.000 euro per le estrazioni settimanali (anche in questo caso a partire dal 2021)

Incentivi per il retailer

 

Quali sono, in questo contesto, gli incentivi previsti per i punti vendita?

Oltre al fatto che i consumatori saranno certamente più indotti a fare acquisti in un punto vendita che partecipa alla lotteria degli scontrini, ci sono dei premi in denaro anche per i negozi stessi.

Di fatti, nel caso in cui il pagamento venga eseguito con carte di credito o bancomat e in cui lo scontrino risulti vincente sarà possibile riscuotere le somme riportate nella seguente tabella (si veda la voce Zero contanti).

Per tutto il 2020 ci sarà infatti una riduzione che corrisponde al 50% del costo di ogni strumento, per un massimo di:

  • 250,00 € nel caso in cui si tratti di acquisto di nuovo dispositivo
  • 50,00 € nel caso invece di adattamento di quello vecchio

Tale bonus verrà poi conferito nella forma di credito di imposta.

Come si legge infine nel documento ufficiale Lotteria degli Scontrini (aggiornato a marzo 2020) “Il negoziante che risulta vincitore della lotteria “zero contanti” riceve una comunicazione dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli, che lo individua sulla base del numero di partita Iva memorizzato nella banca dati del Sistema Lotteria”.

Il tuo punto vendita è già stato predisposto per permettere ai tuoi consumatori di partecipare alla lotteria? Hai bisogno di maggiori informazioni sul registratore telematico da utilizzare o vuoi capire se quello che hai già può essere adattato?

Scrivici a [email protected]!

Open Service